Hanoi sta pianificando di dare il benvenuto ai turisti stranieri

Il Comitato del popolo di Hanoi ha richiesto alle agenzie competenti di preparare i preparativi per accogliere i turisti stranieri quando le circostanze lo consentono.

Hanoi sta pianificando di dare il benvenuto ai turisti stranieri

L'amministrazione comunale a luglio 22 ha pubblicato un documento sull'attuazione delle conclusioni del Primo Ministro sulla prevenzione e il controllo di COVID-19.

Di conseguenza, ha richiesto località a livello distrettuale e forze autorizzate a portare avanti l'implementazione della strategia anti-COVID-19 emanata per prevenire risolutamente una seconda ondata di infezioni ad Hanoi.

Ha incaricato il Dipartimento della salute di tenere d'occhio la situazione della pandemia in modo da essere pronto a rispondere quando necessario, aumentando le misure per prevenire la difterite, febbre dengue e altri focolai di malattia.

nel frattempo, al dipartimento del turismo è stato chiesto di collaborare con il dipartimento della sanità e le autorità distrettuali per organizzare più strutture ricettive per la quarantena di esperti stranieri, investitori e lavoratori qualificati.

Gli è stato anche detto di predisporre piani per accogliere visitatori internazionali quando le circostanze lo consentono e il governo approva.

Inoltre, le agenzie e le località devono continuare a proporre soluzioni per affrontare le difficoltà produttive e commerciali e accelerare l'erogazione degli investimenti pubblici, secondo il Comitato popolare comunale.

La capitale lo scorso anno ha dato il benvenuto a quasi 29 milioni di turisti, su 10.1 per cento anno su anno, tra cui più di 7 milioni di stranieri, aumentando di 17 per cento.

Tra gennaio e maggio 2020, Hanoi è stata accolta 4.13 milioni di visitatori e guadagnato oltre 16.6 trilioni di VND (716 milioni di dollari) da loro, giù 64.5 percento e 59.3 percento rispetto a un anno prima, rispettivamente.

Hanoi sta dando la priorità all'attrazione dei viaggiatori domestici, con l'obiettivo di servire 11 milioni di loro nella seconda metà di 2020, secondo il dipartimento del turismo. /. VNA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati *